Bergamo · Italy
7-24 September 2017

Supporter

Vivai Sandher

I vivai Sandher nascono nel 1960 dalla passione di Stefano Simonelli, agronomo e per molti anni preside dell’ITAS “G. Pastori” di Brescia.
Oggi il figlio Daniele conduce l’azienda con la stessa volontà di valorizzare la straordinaria varietà di specie vegetali del territorio mediante la loro riscoperta e diffusione. Negli anni, la coltivazione di un fitto campionario di specie autoctone e l’arricchimento di nuove cultivar sono state affiancate dalla progettazione, realizzazione e riqualificazione del verde pubblico e privato.
Garantendo particolare cura all’innovazione, alla sostenibilità del processo produttivo e al dibattito internazionale sul paesaggio, da oltre quarant’anni i vivai Sandher rappresentano un punto di riferimento per giardinieri e progettisti in un mercato in perenne evoluzione; inoltre l’azienda collabora con diversi professionisti garantendo assistenza e consulenza tecnica ai propri clienti.

Il lavoro e l’impegno dell’azienda si fondano sulla convinzione che il paesaggio abbia una propria identità, un proprio equilibrio ecologico-estetico e, soprattutto, una propria storia. Per questo motivo vivai Sandher ha sempre evitato la coltivazione di specie che, pur richieste dal mercato, mal si adattano al clima e al contesto del territorio nel quale opera.

I primi appezzamenti dell’azienda destinati alle piante ornamentali ospitano - fra molte altre specie e cultivar - piante caducifoglie afferenti ai Generi Fraxinus, Liquidambar, Carpinus, Celtis, Liriodendron, Ginkgo, Quercus, Prunus - ornamentale, Malus – ornamentale, Fagus, Tilia, Taxodium, Metasequoia, etc.
Le Conifere sono ben rappresentate dai generi Cedrus, Libocedrus, Juniperus, Thuia, Chamaecyparis (anche in numerose varianti nane), Taxus, Pinus e Magnolia.

Il vivaio si è sempre caratterizzato per la sua produzione di alta qualità, in particolare alberi di dimensioni esemplari per esigenze di pronto effetto; negli ultimi decenni, per soddisfare le diverse esigenze del garden design contemporaneo, sono state introdotte nuove specie e cultivar. In questo campionario di dimensioni compatte e grande adattabilità, sono sperimentate forme di allevamento con chiome in forme obbligate.